Raccomandato, 2023

Scelta Del Redattore

Differenza tra commercio e commercio

Le attività commerciali sono raggruppate in due grandi categorie: industria e commercio. Il commercio si occupa di facilitare lo scambio di beni e servizi nell'economia. È sottoclassificata come commercio e ausiliari per il commercio. Molti pensano che commercio e commercio siano gli stessi termini e possono essere usati in modo intercambiabile. Ma il fatto è che entrambi i termini sono diversi l'uno dall'altro e portano significati diversi. Il commercio significa semplicemente acquisto e vendita di beni e servizi in cambio di denaro o di denaro.

Lo scopo del commercio è più ampio di quello del commercio, che non si riferisce solo allo scambio di beni e servizi, ma include anche tutte quelle attività che sono vitali per il completamento di tale scambio. Per comprendere ulteriormente la comprensione di questi due termini, il confronto di base è riportato di seguito:

Grafico comparativo

Base per il confrontoCommercioCommercio
SensoPer commercio si intende lo scambio di beni e servizi tra due o più parti in considerazione di denaro o valore monetario.Il commercio è lo scambio di beni e servizi tra le parti e le attività come assicurazione, trasporto, deposito, pubblicità ecc. Che completano tale scambio.
ScopoStrettoLargo
Tipo di attivitàAttività socialeAttività economica
Frequenza delle transazioniIsolatoRegolare
Opportunità di lavoroNo
collegamentoTra acquirente e venditoreTra produttore e consumatore
Domanda e offertaRappresenta entrambiRappresenta solo il lato della domanda
Requisito di capitaleDi PiùDi meno

Definizione di commercio

Nel commercio, la proprietà di beni o servizi viene trasferita da una persona all'altra in considerazione di disponibilità liquide o mezzi equivalenti. Il commercio può essere fatto tra due parti o più di due parti. Quando l'acquisto e la vendita avvengono tra due persone, si parla di commercio bilaterale, mentre quando viene fatto tra più di due persone, allora si chiama commercio multilaterale.

In precedenza il commercio era poco ingombrante poiché seguiva il sistema di baratto in cui le merci venivano scambiate in cambio di altri beni o merci. È difficile valutare il valore esatto a causa del diverso tipo di merce coinvolta nello scambio. Con l'avvento del denaro, questo processo è diventato più conveniente sia per i venditori che per gli acquirenti.

Il commercio può essere sia domestico che straniero. Il commercio interno significa all'interno del confine del paese e il commercio estero significa attraverso i confini. Il commercio estero avviene attraverso investimenti in titoli o fondi e può essere definito come importazioni ed esportazioni.

Definizione di commercio

Il commercio include tutte le attività che aiutano a facilitare lo scambio di beni e servizi dal produttore o dal produttore ai consumatori finali. Principalmente le attività sono trasporto, banca, assicurazioni, pubblicità, deposito, ecc. Che fungono da ausilio nel completamento con successo dello scambio.

Una volta che i prodotti sono realizzati questi non possono raggiungere direttamente il cliente, lo stesso deve passare attraverso una serie di attività. Il primo grossista acquisterà il prodotto e, con l'uso del trasporto, la merce sarà messa a disposizione dei negozi e allo stesso servizio bancario e assicurativo sarà a sua disposizione la protezione contro la perdita di beni. Il rivenditore venderà quindi al consumatore finale. Tutte queste attività rientrano nella testa del commercio.

In breve, si può dire che il commercio è la branca degli affari che aiuta a superare tutti gli ostacoli che si presentano nella facilitazione dello scambio. La sua funzione principale è soddisfare i desideri umani sia di base che secondari rendendo le merci disponibili in diverse parti del paese. Non importa dove siano state fabbricate le merci, il commercio ha permesso di raggiungere il mondo intero.

Differenze chiave tra commercio e commercio

Di seguito sono le principali differenze tra commercio e commercio:

  1. Il commercio è la vendita e l'acquisto di beni e servizi tra due o più parti in considerazione di disponibilità liquide e mezzi equivalenti. Il commercio comprende lo scambio di beni e servizi insieme alle attività, vale a dire. servizi bancari, assicurativi, pubblicitari, trasporti, magazzinaggio, ecc. per completare lo scambio.
  2. Il commercio è un termine ristretto che include solo la vendita e l'acquisto mentre il commercio è un termine più ampio che include lo scambio e le diverse attività generatrici di reddito che completano lo scambio.
  3. Il commercio è generalmente fatto per soddisfare il bisogno sia del venditore che del compratore che è più di una prospettiva sociale. Considerando che il commercio è più economico in natura a causa del coinvolgimento di diverse parti il ​​cui obiettivo principale è quello di generare entrate.
  4. Il commercio è generalmente una transazione unica tra le parti che potrebbe ripetersi o meno. Mentre in commercio le transazioni sono regolari e si verificano ripetutamente.
  5. Il commercio coinvolge due parti il ​​venditore e l'acquirente che facilita lo scambio senza assumere nessuno nel mezzo. Considerando che lo scambio commerciale è fatto con il supporto di diversi dipartimenti dando loro così opportunità di lavoro.
  6. Il commercio fornisce un collegamento tra il venditore e l'acquirente, le parti direttamente coinvolte nello scambio. Mentre il commercio fornisce un collegamento tra il produttore e il cliente finale, che non sono parti dirette, con l'aiuto di diversi assistenti di distribuzione.
  7. Il commercio rappresenta sia il lato della domanda e dell'offerta in cui entrambe le parti conoscono ciò che è richiesto e ciò che deve essere fornito. Mentre nel commercio si conosce solo il lato della domanda, cioè ciò che viene richiesto sul mercato e poi reso disponibile attraverso vari canali di distribuzione.
  8. Il commercio richiede più capitale perché lo stock deve essere tenuto pronto che è autorizzato alla vendita e anche il denaro deve essere tenuto pronto per il pagamento immediato. Mentre in commercio il capitale richiesto è inferiore perché ci sono diverse parti coinvolte che devono gestire le proprie risorse individualmente senza imporre un onere a uno.

Conclusione

Quindi si può concludere che il commercio è il ramo del commercio che si occupa solo dello scambio di beni e servizi mentre il commercio è il termine globale che include tutte le principali attività che facilitano lo scambio e genera entrate per tutti. Quindi, possiamo dire che il commercio è la branca del business che tiene tutto insieme e fa il completamento con successo della distribuzione di beni e servizi.

Top