Raccomandato, 2022

Scelta Del Redattore

Differenza tra capitale fisso e capitale circolante

La funzione principale del manager finanziario è garantire la disponibilità di finanziamenti, per soddisfare scopi diversi come la promozione iniziale, il capitale fisso e il capitale circolante. Capitale fisso si riferisce al capitale, che è investito nell'acquisizione di immobilizzazioni per le imprese. D'altra parte, il capitale circolante rappresenta la quantità di denaro utilizzata per il finanziamento delle operazioni commerciali quotidiane. È richiesto per supportare il corretto funzionamento delle operazioni aziendali della società.

Capitale fisso e capitale circolante sono i due tipi di capitale che differiscono principalmente, a causa del loro utilizzo nel business, cioè se è utilizzato per soddisfare esigenze a lungo termine, sono termini come capitale fisso, mentre se serve esigenze a breve termine, è chiamato come capitale circolante.

A colpo d'occhio, in questo articolo vi aiuterà a capire la differenza tra capitale fisso e capitale circolante, in dettaglio.

Grafico comparativo

Base per il confrontoCapitale fissoCapitale di lavoro
SensoIl capitale fisso si riferisce all'investimento dell'impresa in attività a lungo termine della società.Per capitale circolante si intende il capitale investito nelle attività correnti della società.
La sorpresa diBeni durevoli la cui vita utile è più di un periodo contabile.Attività e passività a breve termine
LiquiditàComparativamente illiquido.Molto liquido
usiUtilizzato per acquistare attività non correnti per le imprese.Utilizzato per finanziamenti a breve termine.
ServiObbiettivi strategiciObiettivi operativi

Definizione di capitale fisso

Capitale fisso si riferisce all'investimento di capitale effettuato nel patrimonio a lungo termine della società. È un requisito obbligatorio di un'impresa durante la sua fase iniziale, vale a dire per avviare un'impresa o per condurre l'attività esistente. È quella parte del capitale totale, che non viene utilizzata per la produzione ma viene mantenuta in attività per più di un anno contabile. La sua natura è quasi permanente che esiste sotto forma di beni tangibili e intangibili della società.

La necessità di capitale fisso in qualsiasi attività commerciale dipende dalla sua natura, vale a dire dalle entità produttive, dalle ferrovie, dalle telecomunicazioni, dalle società di infrastrutture che richiedono un capitale fisso elevato rispetto alle società che gestiscono attività all'ingrosso e al dettaglio. È utilizzato per la promozione aziendale, l'espansione, la modernizzazione e così via.

Poiché il capitale fisso è investito nell'acquisto di attività non correnti come impianti e macchinari, terreni e fabbricati, mobili e arredi, veicoli, brevetti, avviamento, marchi, diritti d'autore, ecc. Della società, quindi l'ammortamento è addebitato su tali attività a causa di una riduzione del loro valore nel tempo.

Definizione del capitale circolante

Working Capital è il barometro che misura la solidità finanziaria e l'efficienza operativa dell'azienda. È il risultato delle attività correnti meno le passività correnti, dove le attività correnti sono quelle attività che possono essere convertite in denaro entro un anno, come rimanenze, debitori, contanti, ecc. Mentre le passività correnti sono le passività che devono essere pagate entro un anno, cioè creditori, accantonamenti fiscali, prestiti a breve termine, scoperti bancari, ecc.

Il capitale circolante viene utilizzato per finanziare operazioni commerciali quotidiane. Determina la posizione di solvibilità a breve termine della società. Può essere classificato sulla base seguente:

  • Sulla base del tempo:
    • Capitale circolante lordo : investimenti effettuati nelle attività correnti dell'impresa.
    • Capitale circolante netto : deduzione delle passività correnti da attività correnti.
  • Sulla base del concetto:
    • Capitale circolante permanente : Rappresenta il capitale aziendale hardcore, ovvero il minimo investimento necessario nel capitale circolante della società.
    • Capitale circolante provvisorio : è il capitale circolante e fluttuante. Il capitale di lavoro necessario all'impresa oltre al capitale circolante permanente o fisso.

Differenze chiave tra capitale fisso e capitale circolante

La differenza tra capitale fisso e capitale circolante può essere espressa chiaramente per i seguenti motivi:

  1. Il capitale fisso è definito come la parte del capitale totale dell'impresa investita in attività a lungo termine. Il Capitale di esercizio si riferisce al capitale, che viene utilizzato per eseguire operazioni commerciali quotidiane.
  2. Gli investimenti di capitale fisso comprendono beni durevoli, che rimarranno nel business per più di un periodo contabile. D'altra parte, il capitale circolante comprende attività e passività a breve termine dell'attività.
  3. Il capitale fisso è relativamente illiquido perché non può essere convertito in denaro facilmente. Al contrario degli investimenti in capitale circolante che sono prontamente convertibili in denaro.
  4. Il capitale fisso viene utilizzato per acquistare attività non correnti per le imprese, mentre il capitale circolante viene utilizzato per finanziamenti a breve termine.
  5. Il capitale fisso serve gli obiettivi strategici dell'entità che include piani aziendali a lungo termine. A differenza del capitale circolante, che serve

Conclusione

Il capitale è il requisito fondamentale delle entità aziendali per fare affari. Dopo aver considerato i punti precedenti, è abbastanza chiaro che capitale fisso e capitale circolante, insieme noto come capitale totale. Non sono di natura contraddittoria, ma si completano a vicenda, nel senso che il capitale di lavoro è necessario per utilizzare le immobilizzazioni del business, cioè non si fa uso di impianti e macchinari se la materia prima non viene utilizzata per la produzione. Quindi, il capitale circolante garantisce l'uso proficuo delle immobilizzazioni della società.

Top