Raccomandato, 2020

Scelta Del Redattore

Differenza tra forze equilibrate e sbilanciate

La forza bilanciata implica la forza che non modifica lo stato di movimento dell'oggetto. Al contrario, le forze sbilanciate sono quelle che determinano il cambiamento nello stato di movimento dell'oggetto.

Hai mai osservato che ogni volta che vuoi spostare un oggetto, viene spinto o tirato? In fisica, il movimento esercitato (spinta o trazione) sull'oggetto, viene definito come forza, che sorge a causa dell'interazione dell'oggetto con un altro. È in grado di cambiare la grandezza della velocità dell'oggetto, la direzione del movimento e persino la forma e la dimensione dell'oggetto. La forza si svolge in coppia; possono essere equilibrati o sbilanciati.

Mentre ci guardiamo intorno, ci sono molti casi in cui possiamo trovare le occorrenze di queste due forze. Questo estratto di articolo fa un tentativo di chiarire le differenze di base tra forze equilibrate e sbilanciate.

Grafico comparativo

Base per il confrontoForze equilibrateForze squilibrate
SensoQuando le forze esercitate sull'oggetto sono di dimensioni uguali ma in direzione opposta, le forze sono conosciute come forze bilanciate.Quando le forze applicate sull'oggetto sono di dimensioni non uguali, le forze sono note come forze sbilanciate.
GrandezzaPariNon uguale
DirezioneDi fronteUguale o contrario
Oggetto di cancelleriaSoggiorni a riposoSi muove nella direzione di maggiore forza.
Oggetto in movimentoContinua a muoversi alla stessa velocità.Cambia la sua velocità e direzione.
Forza nettaZeroNon nullo

Definizione di forze equilibrate

Forze equilibrate, come suggeriscono il nome, sono le forze che si equilibrano a vicenda, quando agiscono su un oggetto, facendo sì che l'oggetto mantenga il suo equilibrio e non acceleri. Se le forze applicate all'oggetto sono di uguale ampiezza ma opposte in direzione, si dice che le forze siano bilanciate.

Quando le forze bilanciate vengono applicate a un oggetto stazionario, rimane immobile, ma quando viene applicato su un oggetto in movimento, continua a muoversi con una velocità costante e la stessa direzione. La forza netta (cioè la forza complessiva o risultante esercitata sull'oggetto) sarà zero perché le forze agiscono in direzione opposta, che annulla l'una con l'altra.

Definizione delle forze sbilanciate

La forza che non è controbilanciata da una forza di uguale ampiezza e direzione diametralmente opposta, che provoca uno squilibrio dell'oggetto e alla fine accelera, è conosciuta come forze sbilanciate. La grandezza delle forze applicate non è uguale, così come la direzione in cui viene applicata la forza può essere uguale o diversa.

In forze sbilanciate, la forza netta sarà diversa da zero e l'oggetto si muoverà nella direzione della forza maggiore. Pertanto, provoca l'accelerazione dell'oggetto, ovvero gli oggetti fermi si spostano, gli oggetti in movimento accelerano, rallentano, fermano o cambiano la loro direzione di movimento.

Differenze chiave tra le forze bilanciate e sbilanciate

I punti presentati qui di seguito sono sostanziali per quanto riguarda la differenza tra le forze equilibrate e sbilanciate:

  1. Quando le singole forze applicate su un oggetto sono della stessa entità e della direzione opposta, le forze sono note come forze bilanciate. D'altra parte, quando le forze che agiscono sull'oggetto sono di dimensioni diverse, allora le forze sono note come forze sbilanciate.
  2. Nelle forze equilibrate, la grandezza delle due forze è uguale, mentre, nel caso di forze sbilanciate, la grandezza delle due forze non è uguale.
  3. In forze equilibrate, le due forze individuali agiscono in direzione opposta. Viceversa, in forze sbilanciate, le singole forze agiscono nella stessa direzione o in direzione opposta.
  4. Forze bilanciate fanno sì che un oggetto fermo rimanga a riposo. Al contrario, le forze non equilibrate fanno muovere un oggetto fermo nella direzione della forza maggiore.
  5. Se l'oggetto è in movimento e vengono applicate forze bilanciate, l'oggetto continuerà a muoversi con la stessa velocità. Al contrario, se le forze sbilanciate vengono esercitate su un oggetto in movimento, rallenterà, accelererà, si fermerà, o la sua direzione verrà modificata.
  6. Se le forze esercitate sull'oggetto sono bilanciate, la forza netta sarà zero, poiché le due singole forze si annullano a vicenda e non determineranno il cambiamento nel suo stato di riposo / movimento.
  7. Diversamente, se la forza applicata su un oggetto non è bilanciata, la forza netta sarà diversa da zero, il che si tradurrà nel cambiamento del suo stato.

Conclusione

Per riassumere, abbiamo sempre bisogno di una forza sbilanciata piuttosto che bilanciata, per cambiare la grandezza o la direzione del movimento dell'oggetto, che continuerà ad esistere fino a quando la forza non verrà applicata sull'oggetto. Sebbene quando questa forza viene rimossa, l'oggetto rimarrà in movimento, con la velocità acquisita da esso, fino ad allora.

Se vuoi determinare, quale forza è bilanciata o sbilanciata, prima di tutto devi identificare quali sono le forze che lavorano sull'oggetto e anche in quale direzione. Se le forze si controbilanciano a vicenda, allora le forze sono bilanciate, ma quando non lo fanno, allora è il caso di forze sbilanciate.

Top