Raccomandato, 2022

Scelta Del Redattore

Reazione di Greenpeace sul primo data center non statunitense di Facebook in Svezia

Greenpeace ha reagito in modo positivo per il nuovo datacentre di Facebook scrivendo una nota sulla sua pagina facebook. Sotto il titolo: il nuovo Datacentre di Facebook: un amico a energia rinnovabile?

"Oggi i media tecnologici e commerciali sono tutti su Twitter su Facebook, dopo le notizie che la società inizierà a costruire il suo primo datacenter al di fuori degli Stati Uniti, vicino al circolo polare artico, a Luleå, in Svezia.

Individuando il datacenter di Luleå, può utilizzare il free cooling dal clima locale gelido ed essere vicino all'energia idroelettrica rinnovabile nella regione.

Questa è una grande novità per la nostra campagna Unfriend Coal: negli ultimi 20 mesi 700.000 di noi hanno fatto campagne online e in tutto il mondo per un Facebook più verde. Uno dei motivi principali per fare pressione su Facebook è stato il fatto che la società ha scelto di alimentare i suoi primi due data center autoprodotti principalmente con il carbone. Quindi è stato un grande segnale di progresso quando le notizie ci hanno portato a dire che il portavoce di Facebook Michael Kirkland ha detto che il data center di Luleå: "sarà il primo datacenter di Facebook alimentato principalmente da energia rinnovabile ... è una considerazione molto importante per noi".

Questo data center è stato creato per milioni di utenti europei di Facebook e potrebbero esserci più centri dati sul modo di fornire agli utenti globali di Facebook.

Questa rapida crescita è il motivo per cui abbiamo bisogno di cloud verde e non sporco, e perché le notizie di oggi rappresentano un grande passo avanti per Facebook. Vogliamo congratularci con loro per i loro progressi e congratularci con tutti voi che avete fatto parte di questa campagna. Ma non è finita - Facebook può e dovrebbe fare la preferenza per la costruzione di data center con energie rinnovabili una politica aziendale permanente, e la società dovrebbe rivelare la sua impronta di carbonio e utilizzare il suo potere d'acquisto per richiedere più energia rinnovabile dalle utility che attualmente forniscono l'elettricità di Facebook, per i data center in North Carolina e Oregon.

Ma prendiamoci un momento per goderci questo importante passo avanti di Facebook e riconosciamo che tutti noi - inclusi gli utenti che chiedono un cambiamento dalla società, e Facebook stesso, stiamo contribuendo a un Facebook più verde per tutti gli 800 milioni di utenti sui suoi social Rete.

Congratulazioni! “

Top